Food

Jerusalem cherry guide: come coltivare e curare “solanum pseudocapsicum”

Rate this post

Rate this post

|

Giardino

|

Guida alle ciliegie di Gerusalemme: come coltivare e prendersi cura di “Solanum pseudocapsicum” – Giardino

Contenuto:

La pianta di ciliegio di Gerusalemme è un piccolo arbusto perenne che fa parte della famiglia delle solanacee, la stessa famiglia a cui appartengono pomodori, patate, peperoni e melanzane. La ciliegia di gerusalemme, Solanum Pseudocapsicum, è in realtà una specie di belladonna – un gruppo eterogeneo di piante da fiore – che dà anche frutti leggermente velenosi.

A volte indicato come “Ciliegia invernale” o “Ciliegia di Natale”, si dice che il suo nome sia un termine improprio poiché la pianta non produce realmente ciliegie, ma bacche tossiche che sembrano molto simili.

Il Ciliegio di Gerusalemme si presenta come un piccolo arbusto sempreverde eretto con frutti arancioni o rossi che contrastano bene e risaltano sulle sue foglie verde scuro. La pianta è facilmente reperibile dal vivaio locale ed è una pianta ornamentale preferita, soprattutto durante il periodo natalizio.

Il Jerusalem Cherry è sorprendentemente facile da coltivare e da curare, tuttavia, occorre prestare particolare attenzione, soprattutto se si hanno animali domestici o bambini, poiché potrebbero accidentalmente raccogliere e ingerire le sue bacche tossiche. Se vuoi qualcosa che si distingua davvero durante i mesi freddi e tristi, allora questa pianta è sicuramente una buona scelta.

A proposito della ciliegia di Gerusalemme

  •  La pianta è in realtà originaria del Sud America. Molto probabilmente fu portato a Gerusalemme da qualcuno che stava viaggiando all’estero e ne acquisì i semi.
  • Fiorisce anche il Jerusalem Cherry, soprattutto durante le stagioni più calde. In fiore, queste piante sono ricoperte da fiori bianchi a forma di stella che precedono i suoi frutti che iniziano ad apparire durante la stagione dell’autunno.
  • Questa pianta può vivere fino a 10 anni se curata nel modo giusto. Inizia a produrre frutti di solito dopo il 2° o 3° anno e successivamente ogni anno.
  • Una volta maturo, il frutto della Jerusalem Cherry sembra molto simile ai pomodorini e può essere facilmente confuso con loro. Fai attenzione a non impilarli insieme se li hai entrambi.
  • La Solanocapsine è la tossina della Ciliegia di Gerusalemme. È simile ad alcaloidi come l’atropina e la solanina e, sebbene non siano realmente pericolosi per la vita per l’uomo, sono abbastanza potenti da provocare problemi gastrici come vomito e gastroenterite.
  • Il Jerusalem Cherry è una piccola pianta tenace che tollera il freddo, ma non sopravvive al gelo. Predilige principalmente temperature medie o neutre ed è molto più incline alle condizioni tropicali.
  • Sebbene non sia comune, a volte la pianta può essere infestata da afidi, mosche bianche e acari. Spruzzandolo con acqua tiepida di solito si risolve il problema di una leggera infestazione. Altrimenti, considera l’uso di insetticidi come l’olio di neem biologico; di solito elimina la maggior parte dei parassiti.

Ciliegia di Gerusalemme

Caratteristiche della ciliegia di Gerusalemme: una panoramica

  •  Il Jerusalem Cherry è un piccolo arbusto eretto che cresce resistente nelle zone USDA 8 e superiori.
  • La pianta può essere coltivata sia all’interno che all’esterno, ma ciò può influire sulla sua fioritura. All’interno, è principalmente una pianta ornamentale che fa risaltare i suoi colori da ottobre a gennaio.
  • Il Jerusalem Cherry non diventa molto grande; completamente maturo, può raggiungere fino a 2 piedi di altezza e avere foglie strette e ondulate lunghe circa 3 pollici.
  • La pianta ama il terreno umido, ma non fradicio. Innaffia regolarmente per mantenere il terreno umido e taglia in primavera una volta che dà i suoi frutti e iniziano a cadere.
  • Il Jerusalem Cherry in realtà tollera la luce solare diretta e lo aiuta a fiorire. Posizionalo in un luogo in cui possa ricevere luce solare diretta o in ombra parziale. La scelta di piantarla all’esterno riduce i requisiti di manutenzione complessivi poiché la luce solare naturale sarà sufficiente.
  • Questa pianta preferisce temperature miti e circa il 40 – 50% di umidità relativa. All’interno gode di una temperatura ambiente media tra i 18-24°C (65-75°F), ma può anche tollerare il calore del sole estivo se piantata all’esterno. Sebbene possa tollerare il freddo, non tollera il gelo; durante l’inizio dell’autunno, tieni la pianta in un luogo che possa mantenere la temperatura intorno ai 16°C (60°F), poiché ciò contribuirà a preservare la longevità dei suoi frutti.
  • Non è troppo esigente quando si tratta di composizione del suolo. Un buon terriccio o qualsiasi altro terriccio per tutti gli usi farà il trucco. Invece, sposta la tua attenzione per assicurarti che il drenaggio sia buono per evitare l’eccesso di acqua e il marciume radicale.
READ  10 alberi a crescita rapida per giardino

Solanum pseudocapsicum

Crescere la ciliegia di Gerusalemme

Idealmente, il momento migliore per iniziare a coltivare la tua Jerusalem Cherry è in primavera, una volta passato il pericolo del gelo. Semina il seme all’inizio della primavera e dovrebbe essere maturo e pronto a dare i suoi frutti entro il tardo autunno.

Una volta impostato, innaffia regolarmente la pianta per garantire che il terreno si mantenga umido e non si secchi. È importante mantenere schemi di irrigazione coerenti fino al punto in cui inizia a fiorire o dare frutti, o quando iniziano le stagioni più fredde. Prendi nota, se coltivato in vaso, quindi nutrilo regolarmente con fertilizzante liquido ogni 2 settimane durante la crescita periodo.

Innaffiare e nutrire è una cosa, ma assicurarsi che riceva abbastanza luce solare è un’altra. Mentre la posizione aiuta a svolgere un ruolo importante in questo, la sovra e sottoesposizione della pianta alla luce avrà segni rivelatori e può potenzialmente influire sulla sua fioritura e sulla produzione di frutti. Per prima cosa, se hai intenzione di coltivarlo in casa, non dimenticare di scuoterlo delicatamente durante il periodo di fioritura per disperdere il polline; se coltivata in casa e non ci sono ancora fiori, potrebbe essere che la pianta non riceva abbastanza luce solare.

Primo piano del Solanum pseudocapsicum

La Ciliegia di Gerusalemme non può dare frutti senza polline, quindi se non ha ancora fiori, allora è probabile che non avrà frutti fino a quando non lo farà. Se le foglie iniziano a ingiallire durante le stagioni più calde, potrebbe essere un segno di eccessiva irrigazione o esposizione alla luce solare. Se questo è il caso, prendi in considerazione di ridurre l’irrigazione o di tenerla all’ombra parziale. Se le nuove foglie appaiono più piccole di quelle vecchie, questo può essere un indicatore della necessità di cambiare il terreno.

Infine, l’alterazione dei modelli di irrigazione e la quantità di esposizione alla luce possono ristagnare o aumentare la crescita del Ciliegio di Gerusalemme. A seconda che tu viva in regioni più fresche o più temperate, scegliere quando e dove coltivare la pianta aiuta a facilitare la quantità di lavoro manuale che è necessario svolgere con essa per garantire che cresca velocemente e in salute. La potatura subito dopo il periodo di fruttificazione lo fa crescere vigorosamente; piantarlo all’esterno dopo la potatura sotto una buona luce solare produrrà alti tassi di successo che crescerà in un arbusto ornamentale da 2 a 3 piedi.

Annaffiare la ciliegia di Gerusalemme

La cosa importante da ricordare quando si innaffia il Ciliegio di Gerusalemme è di farlo frequentemente durante il periodo di crescita. Non si dovrebbe mai lasciare che il terreno si asciughi. Innaffia regolarmente durante le stagioni più calde e inizia a tagliare quando le temperature diventano più fredde o almeno una volta che inizia a sviluppare le gemme. Ridurre l’acqua una volta che inizia a fiorire lo incoraggerà a fiorire.

Come buon promemoria, durante la crescita, innaffia frequentemente e abbastanza da mantenere il terreno umido e una volta che matura e inizia a produrre fiori e frutti, riduci l’irrigazione quando i fiori iniziano a sbocciare o una volta che i frutti hanno iniziato a cadere. Se fatto ciclicamente, questo può far crescere la Ciliegia di Gerusalemme forte e sana e farla durare per anni.

Semi di ciliegia di Gerusalemme, dall’Amazzonia

Propagazione della ciliegia di Gerusalemme

 Puoi propagare la ciliegia di Gerusalemme tramite seme o talea. Sebbene tu possa tentare di propagare usando talee, questo metodo è più complicato e ha limitate possibilità di successo.

Se provi questo metodo, allora sarebbe una buona idea piantare le talee in primavera – radicarle in terreno umido e acqua se necessario. Potrebbe essere necessario ridurre l’irrigazione poiché le talee spesso assorbono l’umidità dalla ferita.

READ  漫画「オーダーメイド」が全巻無料で読めるアプリ・サイトを調査【2022年最新】読み放題はある?

La semina dai semi è più noiosa, ma tende a produrre una pianta più simmetrica e ha maggiori possibilità di successo.

Per iniziare, lascia appassire i frutti appena prodotti e rimuovili dalla pianta. Asciuga il frutto e poi prendi i semi per conservarli in magazzino fino a febbraio o marzo. Quindi, semina i semi in un terreno umido in un vassoio o in un contenitore aperto e copri con la plastica. Posiziona il set sopra o vicino a una fonte di calore per favorire la germinazione.

Una volta che le piantine si sono formate, assicurati che il tuo impianto abbia più ventilazione. Assicurarsi che la condensa non goccioli sulle piante. In primavera, le piantine dovrebbero essere abbastanza grandi da poter essere spostate in vasi separati. Da qui, segui le linee guida per la cura di base e dovresti avere nuove, giovani ciliegie di Gerusalemme dopo pochi mesi.

In conclusione

 La Jerusalem Cherry è davvero una pianta dall’aspetto molto festoso. Non è il più facile da propagare, ma non è nemmeno il più difficile da curare una volta cresciuto. La cosa con questa pianta è incoraggiare una crescita più rapida e più sana, quindi bisogna essere pratici con essa.

La gestione della pianta cambia con le stagioni ed è importante tenerne conto perché determina quando e se la pianta fiorirà e darà i suoi frutti, che è una specie di sua principale attrazione.

Una bella pianta ornamentale, il Ciliegio di Gerusalemme è sia decorativo che, da non trascurare, tossico. Sebbene serva magnificamente come ornamento che parla molto delle sensazioni delle vacanze, tieni presente che può potenzialmente danneggiare te e qualsiasi membro della famiglia, quindi posizionalo in un posto sicuro e assicurati di dare voce alle persone di non mangiarlo frutto luminoso.


Ciliegia di Gerusalemme (Solanum pseudocapsicum) Manzanita de amor


Ciliegia di Gerusalemme,della famiglia Solanaceae,pianta tossica sempreverde,perenne,produce bacche prima verdi poi rosse,dai fiori bianchi ,foglia verde piccola ovale pianta ornamentale,di facile coltura,esposizione solare e arieggiata,annaffiatura costante senza lasciare la terra asciutta,concime liquido 1 volta al mese da mescolare all’acqua quando si annaffia,contiene tossina velenosa (solanocapsina) anche per animali è tossica,,origini Perù,Brasile
Cereza de Jerusalén, de la familia Solanaceae, planta tóxica de hoja perenne, perenne, produce bayas verdes y luego rojas, con flores blancas, hoja verde, pequeña planta ornamental ovalada, fácil de cultivar, soleada y aireada, riego constante sin dejar la tierra seca, fertilizante líquido 1 vez al mes para mezclar con agua al regar, contiene toxina venenosa (solanocapsina) también es tóxica para los animales, orígenes Perú, Brasil
Cereja de Jerusalém, da família Solanaceae, planta perene tóxica, perene, produz frutos verdes e depois vermelhos, com flores brancas, folha verde, pequena planta ornamental oval, fácil de cultivar, ensolarada e arejada, rega constante sem sair do solo, fertilizante líquido 1 vez por mês para misturar com água durante a rega, contém toxina venenosa (solanocapsina) também é tóxico para animais ,, origens Peru, Brasil
Jerusalem cherry, of the Solanaceae family, evergreen toxic plant, perennial, produces green and then red berries, with white flowers, green leaf, small oval ornamental plant, easy to grow, sunny and airy, constant watering without leaving the dry ground, fertilizer liquid 1 time a month to mix with water when watering, it contains poisonous toxin (solanocapsin) is also toxic for animals , origins Peru, Brazil
Cerisier de Jérusalem, de la famille des Solanacées, plante toxique persistante, vivace, produit des baies vertes puis rouges, à fleurs blanches, feuille verte, petite plante ornementale ovale, facile à cultiver, ensoleillée et aérée, arrosage constant sans quitter le sol sec, engrais liquide 1 fois par mois à mélanger avec de l’eau lors de l’arrosage, il contient une toxine vénéneuse
(solanocapsine) est aussi toxique pour les animaux ,, origines Pérou, Brésil
JerusalemKirsche, aus der Familie der Solanaceae, immergrüne Giftpflanze, mehrjährig, produziert grüne und dann rote Beeren, mit weißen Blüten, grünes Blatt, kleine ovale Zierpflanze, einfach zu züchten, sonnig und luftig, ständige Bewässerung ohne den trockenen Boden zu verlassen, Dünger 1 x monatlich flüssig zum Gießen mit Wasser mischen, enthält giftige Toxine
(Solanocapsin) ist auch giftig für Tiere ,, Herkunft Peru, Brasilien

Related Articles

Trả lời

Email của bạn sẽ không được hiển thị công khai.

Back to top button