Food

Cosa sono gli ortaggi su adottalafattoria

Rate this post

Rate this post

cosa sono gli ortaggi

19 Gennaio 2013 da

Post n°5 pubblicato ilda adottalafattoria

Classificazione:

Gli ortaggi sono i prodotti commestibili delle piante erbacee, coltivate negli orti a scopo alimentare. Per ortaggio, infatti, si intende quel prodotto dell’orto che dal punto di vista nutrizionale è in grado di apportare buone quantità di vitamine, sali minerali, fibre ed enzimi fondamentali per l’organismo, con un basso contenuto lipidico e proteico. lnsieme a cereali e legumi, sono elementi essenziali per una sana alimentazione. Fin da tempi molto remoti l’uomo ha imparato a raccogliere le erbe spontanee, le radici carnose, i frutti selvatici e i semi ricchi di amido, di zuccheri e di altre sostanze nutrienti; in seguito ha imparato a coltivare queste piante in modo da ìdisporre del necessario per la sua alimentazione.

Si considerano ortaggi tutte le piante erbacee annuali o perenni, spontanee o coltivate, di cui si possono utilizzare le diverse parti della pianta, radici, tuberi, steli. foglie, fiori, frutti o semi crudi oppure cotti, sia dlrettamente sia per aromatizzare i cibi più diversi; perciò in senso lato, si comprendono tra gli ortaggi anche le erbe aromatiche. Gli ortaggi sono un gruppo molto vasto, che comprende piante, foglie, radici, frutti. fiori, semi. Si tratta di categorie eterogenee di prodotti, che hanno però caratteristiche nutrizionali comuni: molta acqua, poche proteine e grassi, tante vitamine, sali minerali e fibra alimentare.

A seconda della parte della pianta usata nell’alimentazione, gli ortaggi si dividono in:

– ortaggi da bulbo e da radice;

– ortaggi a foglia;

– ortaggi da frutto; ortaggi: cavolo, lattughe, radicchio, einacio, catalogna, bietola;

READ  Bouganville in vaso: cura, esposizione, potatura, foto e ispirazioni

– ortaggi da seme;

– ortaggi da tubero.

lnfatti, di alcuni ortaggi si mangiano solo le foglie (ad esempio, la lattuga), di altre solo il fusto (sedano), oppure le radici (carote), i tuberi (patate), i bulbi (cipolle) o i fiori (broccol); in alcuni i frutti (come ad esempio, i pomodori) oppure i semi (ad esempio i piselli).

Questa suddivisione è importante anche perché è conveniente alternare nelle aiuole in tempi successivi ortaggi di gruppi diversi, cosi come nei campi si effettuano rotazioni delle colture agricole:

questo perchè in tal modo si sfruttano meglio la fertilità del tcrreno e i concimi organici o chimici  somministrati. Complessivamente molto digeribili e poco calorici, gli ortaggi contribuiscono in maniera essenziale ad un’alimentazione sana e corretta. Per questo è importante scegliere prodotti di stagione, di media grandezza, dall’aspetto sano e integro.

 Gli ortaggi a bulbo o da radice :

sono molti gli ortaggi di cui si raccolgono, a scopo alimentare, le radici o i bulbi. Solitamente, si tratta di pianle biennali che, tuttavia, vengo coltivate secondo un ciclo annuale in quanto l’ingrossamento delle parti sotterranee, radici o bulbi, si completa nella stagione estivo-autunnale o comunque alla fine del primo ciclo colturale. Per tale ragione, quando si ha interesse alla raccolta dei semi, questi ortaggi si lasciano in coltura anche nella successiva annata, in tal caso le sostanze nutritive contenute nelle radici o nei bulbi sl esauriscono completamente con la crescita degli scapi fiorali e con l’ingrossamento dei semi. Gli ortaggi a bulbo o da radice appartengono tutti alla famiglia delle Liliacee, di questi si consumano i bulbi carnosi e fortemente aromatici, raccolti sia a completo sviluppo, quando le foglie sono ormai ingiallite o completamente secche; sia in uno stadio precedente, quando ancora sono presenti gli steli erbacei.

READ  Il significato del colore delle rose

 

 


L' ORTO di APRILE: tutti gli ORTAGGI da COLTIVARE


È uscito il mio nuovo corso: \

Related Articles

Trả lời

Email của bạn sẽ không được hiển thị công khai.

Check Also
Close
Back to top button