Food

Felci in appartamento

Rate this post

Rate this post

tu sei in :giardinaggio.itpiante appartamentoPiante da interno

tu sei in :» Felci in appartamento

Felci in appartamento

Molte sono le specie di felce coltivate in appartamento, come molte sono le felci diffuse sulla terra, se ne contano decine di migliaia, presenti in tutte le zone umide ed ombreggiate, dai boschi alpini alle foreste pluviali. Sono tutte accomunate dall’amare l’ombra e il clima umido; le felci sono piante molto particolari, infatti non presentano né fiori né frutti, il loro sviluppo è assicurato da piccole spore scure, che si possono trovare riunite in “sacchetti”, detti sporangi, generalmente presenti sulla pagina inferiore all’apice del fogliame. Le piante di felce presentano tipicamente un denso gruppo di radici, da cui hanno sviluppo le fronde: fusti allungati che portano il fogliame. Le foglie delle felci sono generalmente molto frastagliate ed incise, ma esistono specie con foglie a spada o lanceolate. Le specie coltivate in casa sono moltissime, ed appartengono generalmente al genere Adiantum, Asplenium o Nephrolepsis; ogni anno però i vivaisti coltivano nuove specie e varietà, visto la facilità di coltivazione di queste piante e la buona adattabilità al clima casalingo. Alcune delle specie coltivate in appartamento sono le stesse che possiamo trovare nel bosco, perché queste piante ben si adattano a climi anche ben differenti dal clima del luogo di origine. Quindi non sempre la felce che abbiamo in casa proviene da luoghi esotici, talvolta è una specie autoctona italiana.

felci da appartamento

felce Sicuramente le principali esigenze delle felci riguardano le annaffiature e la luce; queste piante prediligono luoghi ombreggiati, non colpiti dai raggi solari diretti, e sopportano anche di essere coltivate in posizioni completamente buie. Il fogliame è generalmente di colore scuro, e tende a schiarirsi se la pianta riceve dosi eccessive di luce solare diretta. Fondamentale è l’apporto di acqua: praticamente tutte le specie di felce in natura si sviluppano in luoghi freschi e umidi, ma non necessariamente nei pressi di corsi d’acqua; prediligono invece una umidità costante ma non eccessiva. Quindi è fondamentale che il terreno in cui coltiviamo le nostre felci sia costantemente umido, ma non inzuppato d’acqua; forniamo quindi annaffiature frequenti, evitando però di annaffiare con grandi quatità di acqua. Piuttosto cerchiamo di mantenere umida l’aria attorno alla nostra felce; questo si può ottenere coltivando la pianta in un ampio vassoio riempito di perlite, lapillo, pietra pomice o argilla espansa: mantenendo nel vassoio costantemente qualche centimetro di acqua faremo in modo che l’umidità attorno alla pianta sia alta, grazie alla costante evaporazione dell’acqua; inoltre il vassoio raccoglierà tutta l’acqua delle annaffiature in eccesso. E’ però fondamentale che l’acqua contenuta nel vassoio non raggiunga mai la base del vaso. Periodicamente, almeno ogni 10-12 giorni, aggiungiamo all’acqua delle annaffiature del concime specifico per piante verdi. Le felci sono piante sempreverdi, non hanno quindi mai un vero e proprio periodo di dormienza; in ogni caso durante i mesi in cui l’insolazione giornaliera è ridotta evitiamo le concimazioni, perché la pianta di solito rallenta il proprio sviluppo.

READ  El árbol de la sangre (2018)

  • Felce di Boston – Nephrolepis

    Nephrolepsis

    La Nephrolepis è una felce sempreverde di dimensioni medio-piccole, originaria dell’Asia orientale e dell’Oceania, diffusa in zone dal clima tropicale. Produce ampi ciuffi, costituiti da lunghe fronde…

  • Alpinia zerumbet

    Alpinia zerumbet fiore

    L’alpinia zerumbet o purpurata è una pianta tropicale sempreverde, originaria dell’America centro meridionale e dell’Asia. Forma un cespo fitto e compatto di foglie allungate, appuntite, di colore ver…

  • Banano – Musa ornata

    musa ornata fiore

    La Musa ornata è una pianta erbacea perenne originaria dell’Asia; è l’unica specie di banano che fiorisce e fruttifica anche se coltivato in appartamento. Lo spesso fusto, eretto, è di colore giallo-v…

  • Dieffenbachia

    Dieffenbachia

    genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell’America cent…

felci Sicuramente per avere una felce sana e ben sviluppata è fondamentale annaffiarla con regolarità; evitiamo in ogni caso di segnare sul calendario i giorni in cui annaffiarla, piuttosto periodicamente immergiamo un dito nel terriccio del vaso e controlliamo che non sia eccessivamente secco, in tal caso annaffiamo subito la pianta.

Per avere sempre una felce compatta e densa poi ricordiamo di rimuovere periodicamente le fronde che disseccano, recidendole alla base del terreno; tagliamo anche le fronde rovinate o che presentano la punta disseccata; in questo modo favoriremo lo sviluppo di nuove fronde. Periodicamente poi ricordiamo di vaporizzare acqua su tutta la chioma, soprattutto durante i giorni di caldo estivo o quando è in azione un condizionatore o l’impianto di riscaldamento.

Per avere sempre una felce compatta e densa poi ricordiamo di rimuovere periodicamente le fronde che disseccano, recidendole alla base del terreno; tagliamo anche le fronde rovinate o che presentano la punta disseccata; in questo modo favoriremo lo sviluppo di nuove fronde. Periodicamente poi ricordiamo di vaporizzare acqua su tutta la chioma, soprattutto durante i giorni di caldo estivo o quando è in azione un condizionatore o l’impianto di riscaldamento.

READ  Fiore di celosia: cura dei fiori di cresta di gallo (guida alla crescita delle piante di celosia)

Guarda il Video

  • felce



    visita :

    Le felci sono piante crittogame vascolari antichissime, con una vastissima varietà di specie (oltre 11000) sono diffusevisita : felce


coltivare delle felci in appartamento


Video guida sulla coltivazione delle felci in appartamento. Suggerimenti e consigli su come prendersi cura di queste piante.
http://www.giardinaggio.it/video In collaborazione con la sezione video di Giardinaggio.it
Molte specie di felci sono di origine tropicale e trovano giusta collocazione in serra o in appartamento.
Si tratta di piante che non necessitano di eccessiva illuminazione, quindi possono trovare posto anche in luoghi bui, dove altre piante soffrirebbero per la mancanza di luce.
In genere le felci non hanno dimensioni molto grandi, quindi possiamo coltivarle in contenitori non eccessivamente capienti, ricordando sempre di rinvasarle non appena le radici tendono ad allargarsi al di fuori dei fori di scolo del vaso; rinvasiamo quindi la nostra felce utilizzando del terriccio morbido e ricco, e trasferendola in un vaso non eccessivamente grande, ma solo di unodue centimetri di diametro più ampio del contenitore in cui era la pianta.
Anche se le felci possono sopportare alcuni brevi periodi di siccità, è bene annaffiarle con grande regolarità, evitando di lasciare il terreno per troppo tempo asciutto; evitiamo anche di coltivare le nostre felci in un substrato sempre inzuppato d’acqua, ma lasciamolo semplicemente sempre umido. I ristagni idrici favoriscono l’insorgenza di marciumi radicali, quindi se dopo l’annaffiatura rimane dell’acqua nel sottovaso gettiamola.
Per favorire un corretto sviluppo delle nostre piante ogni 1015 giorni aggiungiamo all’acqua delle annaffiature del concime specifico per piante verdi; ogni giorno invece vaporizziamo la chioma delle felci, per aumentare l’umidità ambientale.
Periodicamente asportiamo con delle forbici ben pulite ed affilate il fogliame rovinato, scurito, spezzato, tagliandolo a livello del terreno.
Se desideriamo ottenere nuove piante dalle nostre felci è sufficiente dividere il cespo che le compone, mantenendo una buona porzione di apparato radicale per ogni parte asportata dal cespo, e rinvasando ogni piccolo cespo in contenitore singolo.

Nel canale video http://www.youtube.com/user/GIARDINAGGIOpuntoIT moltissime guide sulla coltivazione delle tue piante e consigli sulla loro cura.
Iscriviti al nostro canale per rimanere sempre aggiornato http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=GIARDINAGGIOpuntoIT

Seguici su:
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Giardinaggioit/133180016703498
Google Plus: https://plus.google.com/+giardinaggio/posts

Il nostro sito:
Giardinaggio.it: http://www.giardinaggio.it/
Forum di Giardinaggio.it http://forum.giardinaggio.it/

Related Articles

Trả lời

Email của bạn sẽ không được hiển thị công khai.

Back to top button