Food

10 piante rampicanti adatte al pergolato

Rate this post

Rate this post

Condividi su:




L’estate è ormai alle porte e tutti noi cominciamo a riscoprire l’esterno della nostra casa. Se hai la fortuna di possedere spazio a sufficienza per un pergolato, perché non decorarlo con splendide piante rampicanti?! In questo modo, oltre che creare delle piacevoli e rilassanti zone d’ombra, potrai anche abbellire il tuo giardino con un tocco di colore e delle note profumate. Ma in che modo coltivare al meglio le rampicanti?! Continua a leggere per ricevere qualche prezioso consiglio su quali piante si prestano meglio a questo scopo e su come si curano.

Prima, però, è necessario fare una premessa, spiegando per bene cosa sono le piante rampicanti e perché sono ideali per il tuo pergolato. Innanzitutto, bisogna cominciare col dire che le rampicanti si caratterizzano per via delle grandi quantità di fiori e foglie e per un fusto molto lungo e sottile che, diramandosi in diverse direzioni, si appoggia a qualsiasi sostegno riesca a trovare, crescendo verso l’alto.

È possibile classificare i rampicanti in quattro diverse tipologie:

  • Rampicanti con viticci e altre strutture prensili utilizzate per aggrapparsi;
  • Rampicanti con radici esterne che terminano con una ventosa;
  • Rampicanti sarmentose, che hanno spine e uncini presenti sui rami filamentosi;
  • Rampicanti volubili che si avvolgono attorno a qualsiasi tipo di sostengo incontrino.

La prima cosa su cui dovrai ragionare prima di decidere la tipologia di rampicante è lo spazio a tua disposizione. Se, ad esempio, le dimensioni del tuo pergolato saranno media, sarà sufficiente mettere a dimora una pianta per ogni angolo delle travi principali. Se invece dovesse essere più grande e di forma rettangolare, ti consigliamo di mettere a dimora più piante per angolo, in modo da creare degli ulteriori sostegni.

Ma cosa significa mettere le piante a dimora?
Per prima cosa bisognerà irrigare le piante con abbondante acqua e allargare le radici così da riuscire a toglierle dal vaso con più facilità. Fatto ciò si potrà preparare la buca vicino ai pilastri del pergolato, posizionare la pianta e fissare il fusto principale della rampicante al pilastro, utilizzando un laccio morbido. Se, però, il tuo pergolato non poggia sul prato bensì su una pavimentazione, allora dovrai procurarti dei vasi abbastanza capienti.

READ  Bonsai ficus ginseng

Trattandosi di piante abbastanza resistenti non saranno necessarie grandi cure. In generare, infatti, sarà sufficiente innaffiature ogni volta che il terreno avrà assorbito tutta l’acqua precedente. Si consiglia di fare questa operazione durante le ore serali. Anche la potatura sarà abbastanza semplice. Ti basterà, infatti, eliminare i rami secchi utilizzando un troncarami.

Ma adesso passiamo ad illustrare le principali piante rampicanti per il tuo pergolato.

 

Rose rampicanti

La rosa è l’indiscussa regina del giardino perfetta a ricoprire archi, pilastri, spalliere e pergolati per l’appunto. Tra le varietà più adatte a questo scopo consigliamo le rose Francois Poisson, Edmund Proust, Levigata, Alberatine, Banksiae Alba per via della loro resistenza.

Rose rampicanti su pergolato in legno.
Rose rampicanti su facciata di casa al mare.

 

Il gelsomino

Il gelsomino rampicante è perfetto per la creazione di pergolati e di archi fioriti in giardino. I suoi fiori bianchi e profumati renderanno l’ambiente rilassante e magico. Tra le varietà più comuni adatte al pergolato troviamo il gelsomino officinale, rustico e resistente al freddo, e il gelsomino di Spagna.

Pergolato in legno con gelsomino rampicante.
Pergolato con piante rampicanti, gelsomino.
Tavolo da pranzo in legno sotto pergolato con gelsomino.

 

La Vite

La vite è la più classica tra le piante da pergola. Questo perché produce due ottimi vantaggi: in estate permette di creare una rilassante zona ombreggiata e in autunno si presenta carica di frutti.

Pergolato con Vite.
Pergolato in legno con Vite rampicanti.

 

Il glicine

Un’altra delle piante più diffuse per ricoprire i pergolati è il glicine. Si tratta di un rampicate di origine orientale che si presterà alla perfezione al vostro luogo di relax.La fioritura avviene in primavera, tra aprile e giungo, prima dello sviluppo delle foglie, questo significa che il pergolato sarà al suo massimo splendore nei mesi più caldi. È una pianta resistente che può sopravvivere per oltre un decennio e che richiede di essere potata, per eliminare i rami più vecchi, in estate e in inverno.

Pergolato in legno con glicine.
Pianta di glicine su pergolato in legno.

 

Bignonia Capredata

Originaria del Nord America, la Bignonia appartiene alla famiglia della Bignoniaceae. È una pianta rampicante sempreverde, particolarmente vigorosa, che cresce con notevole rapidità, anche se è abbastanza delicata.

Pianta rampicante Bignonia Capredata.

 

L’edera

Anche se alcuni la considerano una piante infestante, l’edera è perfetta per la creazione di pergolati e archi, oltre che alla copertura naturale di muretti e pareti esterni. Si tratta di una particolare tipologia di pianta estremamente rustica, molto resistente e duratura. Il suo fogliame è sempreverde e può risultare screziato. La specie di edera più apprezzata e utilizzata per il pergolato è l’edera comune, nota in botanica come Hedera Helix.

READ  Panchine da giardino fai da te: consigli e idee originali

Pergolato in legno con edera.
Pergolato con edera.

 

Buganvillea

Nella varietà rampicante, la bouganville, o bougainvillea, si presta alla perfezione al pergolato. Dai colori rosa, fucsia e viola, si tratta di una pianta originaria del Sudamerica che ama le esposizioni soleggiate.

Pianta Buganvillea davanti all'ingresso di casa al mare.
Pergolato con Buganvillea.

 

Ipomoea purpurea

L’ipomea è una pianta rampicante utilizzata a scopo ornamentale per ricoprire pergolati, muri e recinzioni. Ha origine nei Paesi tropicali sudamericani e asiatici. I suoi fiori hanno la caratteristica forma a campanella. Proprio per questa ragione, infatti, è spesso conosciuta con questo nome. I fiori più belli di ipomea hanno tonalità che spaziano dal blu, al viola, al rosa e all’azzurro.


 

Il Kiwi

Se vuoi unire l’utile al dilettevole, ti proponiamo un’alternativa gustosa. Con il kiwi oltre ad avere ombra, potrai anche beneficiare dei suoi buonissimi frutti. È possibile coltivarlo in giardino, indirizzando i suoi rami con dei sostegni così da formare una zona d’ombra con la loro chioma.

Kiwi pergolato.

 

Sweet Pea

Sweet Pea chiamata anche pisello odoroso è una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle leguminose e noto proprio per via del profumo inebriante.

 

Clitoria Blu

La clitoria è una rampicante volubile la cui fioritura avviene nel giro di poco più di due mesi dalla semina. La forma è particolare, caratterizzata da un fiore doppio che è anche commestibile.

 

Luppolo

Un’altra pianta rampicante estremamente resistente è il luppolo. Questa reagisce bene sia alle alte che alla basse temperature, arrivando a sopportare anche quelle sotto lo zero. È buona regola annaffiarle con costanza, anche perché, la mancanza di acqua può provocare la caduta delle infiorescenze.


Rampicanti su pergole e gazebo


Video realizzato in collaborazione con la pagina http://www.giardinaggio.it/arredogiardino/pergoletettoiegiardino/pergoletettoiegiardino_1.asp.
Nel canale video http://www.youtube.com/user/GIARDINAGGIOpuntoIT moltissime guide sulla coltivazione delle tue piante e consigli sulla loro cura.
Iscriviti al nostro canale per rimanere sempre aggiornato http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=GIARDINAGGIOpuntoIT

Seguici su:
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Giardinaggioit/133180016703498
Google Plus: https://plus.google.com/+giardinaggio/posts

Il nostro sito:
Giardinaggio.it: http://www.giardinaggio.it/

Related Articles

Trả lời

Email của bạn sẽ không được hiển thị công khai.

Back to top button