Food

Primule, come curarle per mantenerle vive più a lungo possibile!

Rate this post

Rate this post

Primule, come curarle per mantenerle vive più a lungo possibile!

Le primule sono arrivate e con loro anche la primavera: sono infatti uno dei primissimi fiori che annunciano l’arrivo della bella stagione.

Colorate e divertenti, le primule sono un fiore facilissimo da curare: con piccole e semplici attenzioni riuscirete a tenerle in vita il più lungo possibile e avere con voi ancora per un po’ il profumo di questa stagione. 

In genere ci si lascia tentare dai vasetti di primule che fanno la loro prima comparsa a inizio marzo nei supermercati, fiorai e centri per il giardinaggio. Una volta portate a casa, scegliere se tenerle in vaso, se piantarle nel giardino o se metterle in un vaso più ampio in cui creare una composizione primaverile.

Settembre semina e lavori in giardino

Se desiderate mettere le primule a dimora dovrete fare molta attenzione al terreno e alla posizione: ricordatevi che la primula è un fiore che nasce e cresce nei boschi. Amano quindi i terreni ricchi di humus e ben concimati.

Scavate una buca nel terreno che contenga in altezza e in larghezza la base delle primule: estraete le radici dal vaso e, senza dare scosse o smuovere la terra, mettetele a dimora così come sono. Riempite i vuoti con del terriccio e annaffiate leggermente per stabilizzare il terreno.

Scegliete una zona del vostro giardino fresca ma al riparo dalla luce diretta del sole o, se esposta direttamente, dovrà riceverne i raggi solo durante la mattinata. 

Primule in vaso
Per le primule in vaso potete decidere di effettuare o meno il rinvaso appena comprate: in genere si rinvasano ogni due anni e in autunno.

READ  Piante artificiali ikea 🥇cel mai bun pret din 2022

Prendete un terreno universale e miscelatelo con un parte di sabbia, che aiuterà a drenare bene l’acqua, e una parte di torba. Scegliete un vaso che sia di poco più grande dell’originario, stendete del terreno sul fondo, posizionate le radici e coprite con ancora un po’ di terra e annaffiate leggermente.

L’innaffiatura è un altro aspetto importante per la cura delle primule: amano terreni umidi ma odiano i ristagni. Per questo è consigliabile mettere dell’argilla espansa alla base del vaso. In questo modo sarete certi che le radici non avranno ristagni d’acqua ma al tempo stesso l’argilla contribuirà a mantenere un buon tasso di umidità intorno alla pianta.

Fiori perenni Primula

A questo punta fate attenzione a dove mettete il vasetto di primule: dovrà stare lontano da correnti di aria, da fonti dirette di calore e dai raggi diretti del sole.

Il luogo migliore in cui posizionarle è ben illuminato, e al massimo riceve il sole solo nelle prime ore del mattino. Ricordatevi inoltre che le primule amano temperature fresche e sono allergiche al caldo: se volete mantenerle belle il più a lungo possibile scegliete una zona abbastanza fresca della casa.

Inevitabilmente arriverà il momento in cui le foglie delle vostre primule e i fiori si seccheranno: tagliate con una forbice. Tenete da parte i vasetti in una parte fresca della casa, così le primule rifioriranno: durante l’inverno potrete proteggerle dalle gelate con uno strato di paglia.

Scoprite anche:

Stay tuned


Come coltivare la primula: tutti i segreti per curare il fiore della primavera


La primula è il fiore per eccellenza della primavera e coltivarla in casa è davvero molto semplice.\r
Appena acquistata iniziamo estraendola delicatamente dal vaso. Se il panetto radicale è pieno di radici allora dobbiamo travasarla.\r
Scegliamo un vaso non troppo grande, giusto un paio di cm in più del precedente. Iniziamo con uno strato di argilla espansa per il drenaggio e poi utilizziamo come terreno un mix di torba e sabbia che permetterà alle radici di respirare e non soffocare.\r
Poi inseriamo la pianta, aggiungiamo altro terriccio e poi è pronta per essere posizionata all’esterno.\r
La posizione ottimale è in un luogo di mezz’ombra e con una temperatura tra i 5°C e i 20°C ma mai esposta ai raggi del sole diretto, che rischierebbero, con il calore eccessivo, di bruciare petali e foglie.\r
Per l’irrigazione ricordiamoci che questa pianta ha tanta sete. In estate va innaffiata almeno una volta ogni 2 giorni. D’inverno regoliamoci tastando il terreno e innaffiamo solo quando ci risulta completamente asciutto.\r
E soprattutto ricordiamo di non innaffiare mai direttamente foglie e fiori ma solo il terreno.\r
Per concimare possiamo diluire una dose in acqua e innaffiare con questa miscela almeno 2 volte al mese. Ricordiamoci solo di innaffiarla almeno mezz’ora prima della concimazione.\r
Se con il tempo sulla base del terreno dovessero formarsi delle piccole muffe, possiamo preparare un antifungino e antiparassitario fatto in casa diluendo in acqua qualche goccia di olio di neem. Mescoliamo e poi spruzziamo sul terreno.
Iscriviti al canale: http://ohga.it/Kkg1o
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/OhgaCiaopeople/
Seguici su instagram: https://www.instagram.com/ohga/
Per stare bene con se stessi, con gli altri, con l’ambiente: https://www.ohga.it/

READ  Magnolia: consigli, coltivazione e cura

For any content use please feel free to contact
[email protected]

Related Articles

Trả lời

Email của bạn sẽ không được hiển thị công khai.

Back to top button